TRE COSE CHE DEVI SAPERE SUL SANGUINAMENTO DELLE VARICI. Contributo EMedHome

Il sanguinamento acuto delle varici è una delle più comuni e severe complicazioni della cirrosi. Sono pazienti che si presentano in Pronto Soccorso e che dobbiamo gestire. Quali sono le basi del Management nel Dipartimento d’Emergenza?
 
  • Trasfusione. Una soglia restrittiva per la trasfusione si associa a tante “Belle cose”: riduzione del sanguinamento e recidive dello stesso; riduzione del tasso di complicanze; aumento della sopravvivenza. L’emotrasfusione con emazie, quindi, deve essere riservata a casi selezionati e per ottenere una emoglobina target compresa tra 7 e 8 g/dl. Ovviamente, in presenza di altre comorbilità come età, stato emodinamico, la soglia e l’obiettivo della trasfusione possono essere diversi.
  • Profilassi antibiotica. È parte integrante della terapia nei pazienti con cirrosi che si presentano in Pronto Soccorso con sanguinamento gastrointestinale alto. L’uso degli antibiotici riduce infatti il rischio di recidiva di sanguinamento e la mortalità. i chinolonici sono spesso usati, ma nei pazienti ad alto rischio (definiti dalla presenza di due o più di questi elementi: ascite; ittero; malnutrizione; encefalopatia) il ceftriaxone si dimostra superiore (1 grammo al giorno per 7 giorni).
  • Farmaci vasoattivi (es. octreotide). Devno essere iniziati al più presto se sospettiamo un sanguinamento delle varici, prima dell’endoscopia. Questi farmaci sono in grado di dare vasocostrizione splancnica e posso ridurre la pressione portale e ridurre (o interrompere) il sanguinamento delle varici.
 
 

Contributo http://www.emedhome.com

References:

  • (1) Cremers I, et al. Therap Adv Gastroenterol Sep 2014; 7(5): 206-216.
  • (2) Intagliata NM, et al. Clinical Liver Disease 2014; 3(6): 114-117.
  • (3) Garcia-Pagan JC, et al. Semin Respir Crit Care Med 2012;33:46-54.
  • (4) de Franchis R, et al. J of Hepatology 2010;53: 762-768.