TEST di GRAVIDANZA URINARIO ... SENZA URINE. Collaborazione ALiEM - MedEmIt

 

“Tricks and Tips in EDs”: Test urinario di Gravidanza senza urine

 
Una donna di 25 anni viene in Pronto Soccorso lamentando dolore addominale. Durante l’attesa ha una sincope e, quindi, entra in sala visita. Ovviamente, la possibilità di una gravidanza ectopica balza in cima alle vostre possibili diagnosi differenziali e vorreste fare un test di gravidanza sulle urine. La paziente, però, non riesce a stare in piedi e tantomeno ad andare al bagno; inoltre, vi confessa, ha appena urinato in sala d’attesa cinque minuti fa e ora proprio non ha alcun stimolo. Che fare? 
 
 

Trucco del Mestiere

 
Invece del campione di urina, preleva un po’ di sangue e applica alcune nello strumento per il test di gravidanza. Come vedi nella foto, in questa paziente incinta con un livello sierico di Beta-HCG pari a 250 mIU/mL, lo strumento da un risultato positivo del test qualitativo sia con il campione di sangue intero che con quello di urine.
 
 
 
Figura 1:  Sia l'urina (in alto) che il sangue intero (in basso) della paziente veniva  testato con un kit per il test qualitativo di gravidanza. Dopo aver messo alcune gocce di urina o di sangue nell’area per il campione (S), in entrambe i casi appare una barra sulla linea test ( T) simile a quella sulla linea controllo (C), cosa che indica un test di gravidanza positivo .
 
 
Forse non lo sapevi, ma la maggior parte dei kit per il test di gravidanza sulle urine sono approvati sia per l’impiego di campioni di urina che di siero. Facendo una veloce ricerca su Google, si scopre che proprio alcuni di quelli più diffusi negli Stati Uniti (Accutest, Cardinal Health, ICON, OSOM, e Rapid Response) sono  tutti testati e approvati per un loro impiego con urina e siero. Il punto per questo trucco è capire se funzionano anche utilizzando il sangue intero.
 
Uno studio (1) pubblicato su The Journal of Emergency Medicine dal dottor Fromm (del Maimonides Medical Center) ha analizzato proprio questo problema. Il Test di gravidanza con l’impiego di sangue intero funzionava molto bene, soprattutto quando risultava positivo:
 
  • Sensibilità 95,8 %
  • Specificità 100 %
  • Valore predittivo negativo 97,9 %
  • Valore predittivo positivo del 100%
 
In questo Studio, valori molto bassi di beta-HCG (< 159 mIU/mL) hanno dato a volte dei falsi negativi con l’impiego del sangue. In complesso, l’approccio al test con un campione di sangue intero perdeva un totale di 9 su 425 gravidanze. È, però, interessante notare come il test di gravidanza con urina risultava anch’esso negativo in 5 di quei 9 falsi negativi con sangue intero, e non era eseguito negli altri 4.
 
 

Messaggio

 
Credete a un test positivo. Confermate tutte i risultati con un nuovo test qualitativo con urine o con uno quantitativo con dosaggio nel siero delle beta-HCG.
 
 

Consigli

 
  • Siate sicuri di aspettare almeno 5 minuti quando impiegate sangue intero per il test. Alle volte ci vuole un pò.
  • Non aggiungete acqua o soluzione fisiologica al campione ematico. Questo provoca una diluizione inutile. Aspettate solo che il sangue si muova per osmosi lungo tutta la striscia. 
 
Di seguito l’immagine di un altro esempio che ci inviano il dottor Joe Habboushe (New York Hospital, Queens of Cornell University) e il dottor Graham Walker (Stanford). 
 
 

 

Tempo: 1 minuto

 
 
 
 

Tempo: 5 minuti

 
 

Didascalia

S =  Campione
T = Specificità del test (comparirà una barra se la HCG è positive)
C = Controllo (compare sempre una barra)
 
 
 

Reference

 
1. Fromm C, Likourezos A, Haines L, Khan AN, Williams J, Berezow J. Substituting Whole Blood for Urine in a Bedside Pregnancy Test. J Emerg Med. 2011 Aug 27. Pubmed .
2. Habbousche JP, Walker G. Novel use of a urine pregnancy test using whole blood. Am J Emerg Med. 2011 Sep;29(7):840.e3-4. Pubmed .
 
 

Titolo originale di questo articolo: “Trick of the Trade: Urine pregnancy test without urine” (http://academiclifeinem.com/trick-of-the-trade-urine-pregnancy-test-without-urine/). 

 
“Tricks and Tips in ED” nasce dalla collaborazione tra i siti web Academic Life in Emergency Medicine (ALiEM), Medicina d’Emergenza Italia (MedEmIt) e la rivista Decidere in Medicina. Curatori di questa rubrica sono Gemma C Morabito (Ospedale sant’Andrea di Roma), Salim Rezaie (Assistant Program Director, Emergency Medicine Clinical Assistant Professor, University of Texas Health Science Center San Antonio) e Michelle Lin (Associate Professor of Emergency Medicine, University of California San Francisco).